shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0.00
View Cart Check Out

Single Blog Title

This is a single blog caption

Il branco barrisce di nuovo: intervista ad Edoardo Gulisano

Tra silenzi stampa e “no comment” che Hollywood levate, la sempre scoppiettante dirigenza Braves ha avuto modo di chiarire il malinteso con gli Elephants Catania a seguito della pubblicazione dell’articolo che annunciava Andrea Conticello come nuovo membro dei Braves Bologna. 
Andrea quindi fa ufficialmente parte della squadra bolognese (nonostante i tortellini panna piselli e prosciutto che ha dichiarato di cucinare), ma non sarà solo; assieme a lui il suo compagno di squadra e amico Edoardo Gulisano sempre in forza, negli anni scorsi, agli Elephants. 
 
Ebbene sì, sono raddoppiati gli elefanti che hanno scelto di fare parte dei Braves. 
Ah brutto?! 
 
Conosciamo meglio Edoardo, 192 centimetri per 85 kg; gioca sia a tackle che a flag e con grande modestia sfoggia un “solograndicatch” come soprannome su facebook. 
 
“Beh Edoardo, visto il soprannome sarai ricevitore. Presentati tu che io ti conosco poco..”
 
“Sono Edoardo Gulisano e gioco a football dal 2011. Gioco ricevitore, come intuibile, e in questi 9 anni di football ho ricevuto più di 2000 yard e segnato più di 40 Touchdown. Sono stato convocato a due all-star game di seconda divisione come kicker e l’anno scorso, in maglia Warriors, ho vinto il campionato di seconda divisione.”
 
“Non giochi solo a tackle football però…”
 
“No, infatti. Nell’estate 2017 ho partecipato ai campionati europei di flag football in Spagna, dove con la Nazionale Italiana abbiamo raggiunto un bellissimo, ma che grida ancora vendetta, secondo posto, dopo aver perso in finale con la fortissima Austria.” 
 
“Bene, ora ti conosciamo abbastanza come si conoscono i tronisti e i corteggiatori di Maria de Filippi. Ma andiamo al sodo… Perché Braves anche tu? 
 
“Beh, quest’anno ho deciso di giocare con i Braves per riformare la collaudata coppia con il mio amico Andrea Conticello, compagno di mille avventure da quando avevamo 17 anni.
Il nostro rapporto sul campo e fuori è stato saldo anche l’anno scorso quando le vicissitudini della vita ci hanno divisi, quindi di comune accordo abbiamo deciso di voler fare un’altra stagione insieme. E i Braves ci sembravano la scelta migliore. 
E poi comunque anche perché siete belli… tranne Mitia”
 
di Marcella Andrea Pedrini
Addetta stampa Braves Bologna