shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0.00
View Cart Check Out

Single Blog Title

This is a single blog caption

Le ragazze italiane del football americano conquistano la NFL

Per la prima volta nella storia le telecamere di NFL FILMS sono approdate in Italia.
Tutto questo grazie a Nausicaa Dell’Orto, l’unica producer italiana di NFL Films che ha deciso di scrivere e raccontare la storia del football femminile nostrano.
Una storia fatta di donne forti, armate di casco e spalliera che conquistano i loro sogni come conquistano le mete in campo; con passione e determinazione.
Dovete sapere, che il football americano femminile non esisteva in Italia fino al 2011.
Prima di allora, nessuna ragazza che non fosse una cheerleader o un’addetta statistiche, poteva mettere piede in campo.
Tutto questo è cambiato quando alcune ragazze di Milano hanno deciso di far valere il loro sogno, e guadagnarsi il diritto di giocare, proprio come i maschi.
Come nelle storie più belle, di sport e di vita, quando c è un sogno che sembra impossibile da realizzare, ci sono tanti miscredenti, tanti “no” e moltissime porte i faccia. C’ è chi ostacola i sognatori e poi invece, c è qualcuno che ci crede per davvero.
Per quelle ragazze di Milano, quel qualcuno era Maurizio Vismara, un coach di football americano che fece l’assistant coach nella squadra dell’universita di Miami dall’85 al 94.
Nel 2011 allenava le giovanili dei SEAMEN Milano, una squadra di football maschile.
Quando sua figlia Valeria e la sua amica cheerleader Nausicaa, gli proposero di fondare una squadra femminile, lui credette subito nel progetto.
Diede loro vecchi caschi e armature e le porto al parco Sempione ad allenarsi, non curandosi di chi gli remava contro.
Dopo qualche mese di allenamenti, decise di organizzare una partita contro un’ altra squadra nascente, le NEPTUNES Bologna.

E così, il 31 Giugno 2011, le ragazze si sfidarono in una storica Partita.

Vichinghe Versus Neptunes.
Il giorno della partita, Maurizio decise di dare alla ragazze delle maglie arancioni da allenamento che il coach Jimmy Jonhson gli donò nel 1994 a Miami per onorare i suoi anni di servizio.
Quelle maglie, furono indossate dai più grandi campioni della NCAA e la NFL.
E anche se per i Miami Hurricanes erano solo vecchie e ormai obsolete, per le Vichinghe furono il fondamento di un movimento che oggi conta 15 squadre e un campionato nazionale.

Il documentario che racconta questa storia che ha dell’incredibile, andrà in onda a Novembre su NFL NETWORK ed è stato girato a Milano e Bologna.

Le Vichinghe e Neptunes oggi si chiamano Sirene e Underdogs.
I nomi sono cambiati, ma la sostanza è la stessa.
Le ragazze si sono sfidate in una partita per mostrare alle telecamere di NFL FILMS come in 8 anni, sia evoluto il gioco.
Nel 2011 le ragazze giocavano in un campo di sabbia, o ” di patate” come lo chiama Nausicaa, che oggi gioca per le Underdogs. Mentre ora, le ragazze, si affrontano su campi migliori in sintetico o in erba, com’ è concesso ai ragazzi.
Oggi, le donne hanno gli stessi diritti.
Hanno una squadra nazionale e un futuro brillante che le aspetta.
Un futuro fatto di bambine belle e forti, che si appassionano a uno sport unico nel suo genere.